6_Vaso-di-fiori-con-foglie-di-Ontani-e-scoiattolo

Vaso di fiori con foglie di Ontani e scoiattolo
Vaso in argento del XVI sec.

collezione Pallavicini Rospigliosi, Roma
Foglie di ontano e due ciliegie in ceramica di Luigi Ontani
2018, Dig., 95 x 95 cm

Sul filo della passione per la coltura dei fiori nei giardini europei e sulla conseguente fortuna della natura morta floreale che si affermò nei primi decenni del XVII secolo (ma sappiamo che Ligozzi aveva già dipinto quadretti con vasi di fiori), Ileana Florescu costruisce la composizione Vaso di fiori con foglie di Ontani e scoiattolo valendosi di
un antico recipiente d’argento della collezione Pallavicini Rospigliosi, ricolmo di un’opulenta massa floreale. Alcuni fiori sono stati scattati singolarmente e quindi composti per simulare una composizione ideale e non stagionale. In questa impresa, l’artista si fa guidare dalla fortunata tradizione iconografica di questo genere pittorico, testimoniata, tra le altre, da tele del Maestro di Hartford di Jan Brueghel il Vecchio e dello stesso Caravaggio. È proprio un dipinto di un anonimo “Pittore caravaggesco” che raffigura Tre vasi di fiori, scoiattolo e pappagallo sul tavolo che le suggerisce l’immagine del vaso che si staglia su un fondo nero dove sembrano svolazzare alcune foglie di ontano in ceramica donate, con le ciliegie, a Ileana dall’amico Luigi Ontani. Sul fastigio del mazzo emergono tre steli di Fritillaria imperialis, ma si individuano anche una speronella, peonie doppie, narcisi, un giglio giallo, un iris, una valeriana rossa, un’antica Rosa alba, accostati ad alcuni tulipani, tra cui una varietà di colore viola, fotografata proprio nel giardino di Villa Medici. Sul piano del tavolo, ricoperto da un’antica stoffa, sono posti altri fiori accompagnati da due ciliegie e uno scoiattolo, che ricorre anche nel dipinto originario e che ricorda il roditore adornato di un collarino ritratto in una tavola di Ulisse Aldrovandi, ma fotografato da Ileana Florescu dal vivo in Maine.
LUCIA TONGIORGI TOMASI